Dante Galli, azienda storica artigiana a tradizione familiare. Disegniamo e produciamo imbottiti e tende di alta qualità interamente lavorati a mano.

+39 02 3564733 info@dantegalli.it

Blog

HomePulizia materialiCome pulire e disinfettare i tessuti e la stoffa per divani
stoffa per divani

Come pulire e disinfettare i tessuti e la stoffa per divani

Parte della bellezza dell’arredo sta nella pulizia 

Il tempo passa e, per quanto tu possa prestare attenzione, la quotidianità e il costante utilizzo dell’arredo non ti permettono di evitare le macchie per sempre. 

Un ambiente pulito aiuta a trovare la pace che si cerca nel momento in cui si varca la porta della propria casa. Per questo è fondamentale capire come pulire la stoffa per divani quando questa si sporca. 

 

Da dove iniziare per la pulizia di tessuti e stoffa per divani 

Per dare nuova vita al rivestimento del divano, bastano pochi ingredienti naturali. 

Per assicurarti di pulire a fondo il tuo divano, la prima cosa da fare è rimuovere eventuali briciole, peli di animali domestici o sporco di superficie con l’ausilio di un’aspirapolvere e un panno pulito e asciutto. 

Ricorda: l’aspirapolvere non deve essere aggressiva e il panno, se il tessuto in questione è colorato, è fondamentale che sia bianco. 

I divani, come sedie e poltrone, tendono ad assorbire gli odori durante le giornate, specialmente se utilizzati spesso.  

Eliminare gli odori indesiderati è il passaggio successivo e non sempre il deodorante è la soluzione più adatta. Il deodorante, infatti, copre solo momentaneamente questo sgradevole ospite.  

Ti consigliamo di pianificare la pulizia in un giorno soleggiato, in modo che tu possa aprire le finestre e lavorare in completa serenità. Si consiglia l’utilizzo di bicarbonato di sodio a secco che, lasciato riposare per una ventina di minuti sul tessuto in questione e aspirato, elimina gli odori. 

 

Vuoi conoscere i servizi che offriamo? Consulta il nostro sito! 

 

Pulizia profonda o disinfezione dei tessuti? 

Riteniamo che sia importante approfondire la differenza tra pulire e disinfettare i tessuti dell’arredo. 

Partiamo dalla pulizia: chiunque abbia involontariamente versato un bicchiere di vino rosso sul proprio divano può trovarsi a pensare che serva un detergente chimico per rimuovere la macchia. Per fortuna, ci sono metodi per eliminare le macchie ostinate senza la necessità di prodotti chimici aggressivi. 

Prendi un cucchiaino di detersivo per piatti, aceto bianco, bicarbonato di sodio e acqua tiepida. Mischiali e fai reagire il bicarbonato con l’aceto per creare una formula acida che elimina delicatamente grasso e sporcizia. 

Successivamente applica direttamente la miscela su eventuali macchie o sbavature, lasciando asciugare circa 10 minuti. 

Una volta asciugato, pulisci la superficie con un panno pulito. Per pulizie più profonde, nel caso ti trovassi di fronte ad una macchia più resistente, un pulitore a vapore potrebbe essere la soluzione adatta. 

Invece, quando si parla di disinfezione, si fa riferimento a quell’insieme di pratiche volte all’eliminazione dei germi presenti sulle superfici. 

Alcuni prodotti come ozono e acqua ossigenata potrebbero causare rigonfiamento dei tessuti e danni irreversibili, consigliamo quindi di non utilizzare disinfettanti chimici. 

L’utilizzo di detergenti naturali è la soluzione migliore e più ecologica. Sostanze con almeno il 70% di alcool sono efficaci contro i germi e non rischiano di rovinare il tuo divano. 

Se il tuo tessuto e la stoffa per divani hanno subito danni a causa dell’usura, la pulizia da sola potrebbe non essere sufficiente. In questi casi dovresti prendere in considerazione la possibilità di rifoderare il divano. 

Ser cerchi un tappezziere per restaurare il tuo divano, contattaci per richiedere un appuntamento.